Pubblicate patch per gravi vulnerabilità in prodotti Fortinet

Home » News » Pubblicate patch per gravi vulnerabilità in prodotti Fortinet
News, Rassegna Stampa, Security Nessun commento
image_pdfimage_print


Fortinet ha pubblicato le patch per una serie di vulnerabilità in diversi suoi prodotti. Quattro dei bug sono stati classificati come di gravità elevata

Fortinet ha affrontato una serie di vulnerabilità in alcuni suoi prodotti. Quattro dei problemi risolti, in FortiNAC, FortiAnalyzer, FortiManager, FortiOS, FortiProxy, FortiDeceptor e FortiClient per Windows, sono di gravità elevata. Sono classificati come CVE-2022-26117, CVE-2021-43072, CVE-2022-30302 e CVE-2021-41031.

Il primo (CVE-2022-26117) è una vulnerabilità di password vuota nel file di configurazione. Come sottolinea il Common Weakness Enumeration (CWE), un elenco dei tipi di debolezze comuni che hanno ramificazioni sulla sicurezza sviluppato dalla community, l’utilizzo di una stringa vuota come password (CWE-258) nel codice non è sicuro.

In FortiNAC può consentire a un utente autenticato di accedere ai database MySQL tramite l’interfaccia a riga di comando. Sono vulnerabili diverse versioni a partire dalla 8.3.7. e per risolvere il bug bisogna aggiornare a FortiNAC 9.1.6 o successivo o 9.2.4 o successivo.

Il bug identificato come CVE-2021-43072 è invece una vulnerabilità di copia del buffer senza controllo della dimensione dell’input (“Classic Buffer Overflow”) [CWE-120] in FortiAnalyzer, FortiManager, FortiOS e FortiProxy.

Può consentire a un malintenzionato con privilegi di eseguire codice o comandi arbitrari tramite le operazioni da riga di comando “execute restore image” ed “execute certificate remote” con il protocollo TFTP. Trovate un elenco delle versioni patchate nella pagina relativa del produttore.

CVE-2022-30302 è legato a numerose vulnerabilità path traversal [CWE-23] nell’interfaccia di gestione di FortiDeceptor. Il path traversal è una limitazione impropria di un percorso a una cartella protetta. Il software utilizza input esterni per costruire un nome di percorso che dovrebbe trovarsi all’interno di una directory con restrizioni, ma non neutralizza correttamente sequenze come “..” che possono risolvere un percorso al di fuori della cartella.

In varie versioni di FortiDeceptor queste vulnerabilità possono consentire a un utente malintenzionato remoto e autenticato di recuperare ed eliminare file arbitrari dal filesystem sottostante tramite richieste Web appositamente elaborate. Le versioni patchate sono 4.1.0 o successiva, 4.0.2 o successiva e 3.3.3 o successiva.

Anche la CVE-2021-41031 è una vulnerabilità path traversal. Presente in FortiClient per Windows, può consentire a un utente locale non privilegiato di elevare i propri privilegi in SYSTEM. Per correggerla bisogna passare a FortiClientWindows versione 7.0.3 o successiva o 6.4.7 o successiva.

Condividi l’articolo



Articoli correlati

Altro in questa categoria


https://www.securityinfo.it/2022/07/11/pubblicate-patch-per-gravi-vulnerabilita-in-prodotti-fortinet/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=pubblicate-patch-per-gravi-vulnerabilita-in-prodotti-fortinet